Loading ...
Sorry, an error occurred while loading the content.
 

Re: [kitegen] AeroKite

Expand Messages
  • Massimo Ippolito
    Fantastico Andrea, hai centrato una delle possibili future applicazioni del KiteGen. Devo dire che però l idea originale, non è nostra ma di un simpatico e
    Message 1 of 30 , Feb 4, 2011
      Fantastico Andrea,

      hai centrato una delle possibili future applicazioni del KiteGen.
      Devo dire che però l'idea originale, non è nostra ma di un simpatico e bizzarro artista finlandese che partecipa con le sue opere volanti a tutti i raduni dei kiters, a Dieppe Cervia ecc.
      Questo anziano signore è terrorizzato dallo scioglimento dei ghiacci della Groenlandia, perchè secondo lui il movimento  e l'accelerazione del centro di massa dell'enorme quantità di ghiaccio dovuto ai cambiamenti climatici, può innescare uno sconvolgimento della precessione e della nutazione del pianeta. Ciò porterebbe a cataclismi terremoti ed eruzioni, nonchè potrebbe rompere il delicato equilibrio che fa ruotare la terra nel modo che conosciamo, uno scenario da brivido polare... magari proprio all'ex equatore.

      Sono stato ad ascoltarlo quasi tutta la notte, accompagnati da litri di birra e nel ritrovo comune dopo la pittoresca giornata in spiaggia con migliaia di kiters e kite in volo, da quelli piccoli da combattimento fino a quelli enormi di Peter Lynn.
      Gli altri kiters sembravano divertiti e sollevati all'idea che finalmente, egli avvesse trovato una nuova "vittima" a cui raccontare i propri incubi.
      Poi ad un certo punto, conclusa la disanima della possibile fine del mondo, si è fermato e mi ha detto: hai pensato cosa puoi anche fare con il tuo kitegen?
      Una volta che hai alzato la vela motrice ad una quota sufficiente, puoi issare una navicella passeggeri su cui è montata la sala macchine kitegen in più provvista di un bel aerofreno, una specie di paracadute, e poi puoi girare il mondo sfruttando solo il differenziale di velocità del vento alle varie quote.
      Inutile dire che abbiano iniziato a descriverci nel dettaglio le procedure di decollo e atterraggio, le velocità, la direzionabilità e manovrabilità, i vari rischi operativi, e le possibili soluzioni, i layouts...
      Io che fino ad un momento prima e spinto dal sarcasmo degli amici kiters, stavo pensando di avere di fronte una sorta di svitato sono rimasto letteralmente a bocca aperta e con una piacevole lezione in più, di varia umanità.

      ecco a cosa può assomigliare...

      aeronavy

      Massimo   
       

      On 04/02/2011 12.24, Andrea Papini wrote: Stimolo la vostra fantasia e creatività più per gioco che per applicazioni pratiche anche se non nego che qualche idea pratica già mi è venuta in mente...

      Visto che il kitegen produce altissime forze con componeti verticali predominanti, mi domandavo se queste componenti verticali non possano addirittura superare la forza peso dei componenti di controllo del volo.... 
      ....non potrebbe essere possibile fare un oggetto volante a kite?  Un AeroKite....

      Potrei continuare a fantasticare ma mi fermo qui e aspetto di vedere la reazione. 
      Giustamente ci sono cose più importanti alle quali pensare come il Magmagen.

      Ciao a tutti
      Andrea P
    • Joe Faust
      http://energykitesystems.net/DoubleKite/KramerAPP.pdf Dale C. Kramer. Also, Richard Miller, Without Visible Means of Support, 1967.
      Message 2 of 30 , Feb 4, 2011
        Dale C. Kramer.
         
        Also,
        Richard Miller, Without Visible Means of Support, 1967.
      • Andrea Papini
        Grazie Massimo! Temevo di aver pensato ad una cavolata! :-) Però la mia idea è un po diversa e visto che ho suscitato la vostra reazione continuo a
        Message 3 of 30 , Feb 5, 2011
          Grazie Massimo! Temevo di aver pensato ad una cavolata! :-)  
          Però la mia idea è un po' diversa e visto che ho suscitato la vostra reazione continuo a descriverla per capire insieme a voi se sto solo vaneggiando! :-) 
          • Per rispondere a Marchitti ed a Claudio, l'AeroKite è un oggetto volante che sfrutta i venti di alta quota pur volando a bassa o "media" quota. E' quindi diverso sia da un parapendio che da un aliante. 
          • Il brevetto di Kramer si avvicina già un po' di più alla mia idea: in pratica è un aliante a motore dove il motore è il kite. 
          • L'idea del finlandese è ancora un po' più vicina perché ha l'aerobrake.

          In tutti questi casi però, per volare si fa sempre affidamento ad un aliante. La portanza, la stabilità e la direzione di volo sono date dalle ali e dal timone dell'aliante. Il kite ha lo scopo principale di rimpiazzare la spinta dei motori (anche se un po' influisce sulla portanza). Il volo quindi è controllato principalmente agendo sui flapper delle ali, sul timone di coda e solo in seconda battuta  controllando il kite. La mia idea invece, vorrebbe ribaltare questo concetto: il volo è controllato principalmente dai kite.

          Immaginate un piccolo Carusel. Ora prendete un disco volante (con diametro poco più grande per motivi di aerodinamica).  Staccate tutta la "parte rotore" del carusel e fissatela sopra il disco volante. Ecco l'AeroKite o se preferite UFOKite! :-)
          Il controllo sarebbe quasi totalmente affidato al cervellone centrale del carusel che deve essere riprogrammato appositamente per il nuovo scopo. In questo caso infatti invece di ottimizzare la forza tangenziale, dovrebbe controllare il vettore forza risultante ed il vettore momento risultante, applicati al baricentro del disco volante. Alcuni kite volerebbero alti per raccogliere la spinta e la portanza, altri kite volerebbero bassi e avrebbero la funzione che il fillandese chiama aerofreno. Inoltre durante il volo si potrebbe anche produrre energia, sfruttando sempre lo stesso differenziale fra vento in alta quota e vento in bassa. L'aeromobile potrebbe anche avere dei fan elettrici (o turbofan tipo aerei) per le manovre di decollo atterraggio, emergenza o per quelle manovre necessarie che i venti non permettono in un certo momento.

          Quindi....nel mio mondo dei sogni..... un sistema del genere avrebbe:
          • Impatto quasi zero
          • Grande capacità di carico
          • Grande risparmio spazio e di materiali (Il disco volante rispetto all'aereo ha i 2 rapporti "Volume utile al trasporto/Materiale utilizzato" e "Volume utile al trasporto/Ingombro" molto più alti).
          • Correggetemi se sbaglio ma mi sembra di ricordare che i venti di alta quota a diverse latitudini soffiano sempre nella stessa direzione (est o ovest). Sono come dei nastri trasportatori che fanno tutto il giro della terra, giusto?  Se fosse così l'UFOKite potrebbe essere un vettore alternativo agli aerei ed alle navi per i trasporti intercontinentali. (Alternativo solo per quegli spostamenti fra paesi all'interno delle stesse fasce di vento. Esempio: Cina-->Usa-->EU-->Russia-->Cina -->USA-->.....)

          Scusate ma mi è venuta voglia di fantasticare! :-)

          Ciao a tutti
          Andrea P



          On Sat, Feb 5, 2011 at 3:15 AM, Joe Faust <joefaust333@...> wrote:
           

          Dale C. Kramer.
           
          Also,
          Richard Miller, Without Visible Means of Support, 1967.


        • Claudio Della Volpe
          idea sconvolgente Andrea; non so se funzionerebbe, ma hai tutta la mia ammirazione; fra l altro avrebbe un grado di sicurezza molto alto, credo, perchè
          Message 4 of 30 , Feb 5, 2011
            idea sconvolgente Andrea; non so se
            funzionerebbe, ma hai tutta la mia ammirazione;
            fra l'altro avrebbe un grado di sicurezza molto
            alto, credo, perchè sarebbe anche un aliante-like
            o potrebbe diventarlo
            --
            ************************************************************************

            Claudio Della Volpe Università of Trento
            Ricercatore di Chimica Fisica Applicata
            Tel +39-0461-882409 (10-11-12) ; Fax +39-0461-881977
            Dipart. di Ingegneria dei Materiali e Tecnologie Industriali

            Laboratorio Polimeri e Compositi, Via Mesiano 77, 38100 Trento (Italy)
            E-mail: claudio.dellavolpe@...
            Notizie alla pagina : http://www.ing.unitn.it/~devol
            Membro del comitato editoriale di JAST e "La Chimica e l'Industria"

            skype address: devoldev
            ************************************************************************
          • Daniele Spagli
            Un semplice dirigibile potrebbe essere sufficiente per tutto quello che vuoi fare. Magari potresti fare un disco volante tipo carousel ma con i kites che fanno
            Message 5 of 30 , Feb 5, 2011
              Un semplice dirigibile potrebbe essere sufficiente per tutto quello che vuoi fare. Magari potresti fare un disco volante tipo carousel ma con i kites che fanno energia elettrica (o che danno la spinta) mentre la portanza la darebbe la camera riempita d'elio.
              Sarebe più sicuro e affidabile e di sicuro funziona. Magari sarebbe un po ingombrante, ma sicuramente molto efficiente.

              Il giorno 05 febbraio 2011 11:54, Andrea Papini <andrea.papotto@...> ha scritto:
               

              Grazie Massimo! Temevo di aver pensato ad una cavolata! :-)  
              ...
              Il controllo sarebbe quasi totalmente affidato al cervellone centrale del carusel che deve essere riprogrammato appositamente per il nuovo scopo. In questo caso infatti invece di ottimizzare la forza tangenziale, dovrebbe controllare il vettore forza risultante ed il vettore momento risultante, applicati al baricentro del disco volante. Alcuni kite volerebbero alti per raccogliere la spinta e la portanza, altri kite volerebbero bassi e avrebbero la funzione che il fillandese chiama aerofreno. Inoltre durante il volo si potrebbe anche produrre energia, sfruttando sempre lo stesso differenziale fra vento in alta quota e vento in bassa. L'aeromobile potrebbe anche avere dei fan elettrici (o turbofan tipo aerei) per le manovre di decollo atterraggio, emergenza o per quelle manovre necessarie che i venti non permettono in un certo momento.

              ....

              ...
            • Daniele Spagli
              ripensandoci, togliendo tutto il superfluo, la macchina più efficiente sarebbe, secondo me, un dirigibile con la propulsione elettrica alimentata da un paio
              Message 6 of 30 , Feb 5, 2011
                ripensandoci, togliendo tutto il superfluo, la macchina più efficiente
                sarebbe, secondo me, un dirigibile con la propulsione elettrica
                alimentata da un paio di stem, anche perché il carousel avrebbe
                bisogno di un doppio rotore o il disco volante semplicemente girerebbe
                su se stesso.

                Il 05 febbraio 2011 12:22, Daniele Spagli <d.spagli@...> ha scritto:
                > Un semplice dirigibile potrebbe essere sufficiente per tutto quello che vuoi
                > fare. Magari potresti fare un disco volante tipo carousel ma con i kites che
                > fanno energia elettrica (o che danno la spinta) mentre la portanza la
                > darebbe la camera riempita d'elio.
                > Sarebe più sicuro e affidabile e di sicuro funziona. Magari sarebbe un po
                > ingombrante, ma sicuramente molto efficiente.
                >
                > Il giorno 05 febbraio 2011 11:54, Andrea Papini <andrea.papotto@...>
                > ha scritto:
                >>
                >>
                >>
                >> Grazie Massimo! Temevo di aver pensato ad una cavolata! :-)
                >> ...
                >> Il controllo sarebbe quasi totalmente affidato al cervellone centrale del
                >> carusel che deve essere riprogrammato appositamente per il nuovo scopo. In
                >> questo caso infatti invece di ottimizzare la forza tangenziale, dovrebbe
                >> controllare il vettore forza risultante ed il vettore momento risultante,
                >> applicati al baricentro del disco volante. Alcuni kite volerebbero alti per
                >> raccogliere la spinta e la portanza, altri kite volerebbero bassi e
                >> avrebbero la funzione che il fillandese chiama aerofreno. Inoltre durante il
                >> volo si potrebbe anche produrre energia, sfruttando sempre lo stesso
                >> differenziale fra vento in alta quota e vento in bassa. L'aeromobile
                >> potrebbe anche avere dei fan elettrici (o turbofan tipo aerei) per le
                >> manovre di decollo atterraggio, emergenza o per quelle manovre necessarie
                >> che i venti non permettono in un certo momento.
                >> ....
                >> ...
              • Claudio Della Volpe
                http://www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2011-02-04/ponte-solar-wind-141248.shtml?uuid=Aa23mc5C --
                Message 7 of 30 , Feb 5, 2011
                  http://www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2011-02-04/ponte-solar-wind-141248.shtml?uuid=Aa23mc5C
                  --
                  ************************************************************************

                  Claudio Della Volpe Università of Trento
                  Ricercatore di Chimica Fisica Applicata
                  Tel +39-0461-882409 (10-11-12) ; Fax +39-0461-881977
                  Dipart. di Ingegneria dei Materiali e Tecnologie Industriali

                  Laboratorio Polimeri e Compositi, Via Mesiano 77, 38100 Trento (Italy)
                  E-mail: claudio.dellavolpe@...
                  Notizie alla pagina : http://www.ing.unitn.it/~devol
                  Membro del comitato editoriale di JAST e "La Chimica e l'Industria"

                  skype address: devoldev
                  ************************************************************************
                • Joe Faust
                  2011 FF-AWE Team: Richard Miller (rip), Joe Faust, Wayne German, Dave Santos, Dale C. Kramer, Marten Bondestam, Massimo Ippolito, Andrea Papini , _______?
                  Message 8 of 30 , Feb 5, 2011

                    2011 FF-AWE Team:

                     Richard Miller (rip), Joe Faust, Wayne German, Dave Santos, Dale C. Kramer, Marten Bondestam,  Massimo Ippolito, Andrea Papini , _______?

                    http://energykitesystems.net/0/FFAWE/index.html

                    K1____________________K2

                    Control both K1 and K2.

                    JoeF

                  • Andrea Papini
                    Grazie Claudio!! E grazie Joe per avermi citato nel FF-AWE Team! Daniele, concordo sul fatto che qualsiasi macchina volante ad oggi costruita, potrebbe
                    Message 9 of 30 , Feb 6, 2011

                      Grazie Claudio!! E grazie Joe per avermi citato nel FF-AWE Team!

                      Daniele, concordo sul fatto che qualsiasi macchina volante ad oggi costruita, potrebbe integrare uno stem per trazione o per generazione di energia. Non escludo che la tua soluzione sia la più efficiente (e facile). La mia intenzione però era quella di proporre un "gioco teorico" per gettare le basi di qualcosa che ancora non esiste, qualcosa concettualmente nuovo. Questi giochi a volte lasciano il tempo che trovano, ma altre volte possono portare ad evoluzioni impreviste. Il disco volante non deve necessariamente ruotare, dipende da come viene riprogrammato il software di controllo centralizzato.

                      Mi piacerebbe sapere cosa ne pensa Massimo...

                      Saluti a tutti

                      Andrea


                      On Sun, Feb 6, 2011 at 3:03 AM, Joe Faust <joefaust333@...> wrote:
                       

                      2011 FF-AWE Team:

                       Richard Miller (rip), Joe Faust, Wayne German, Dave Santos, Dale C. Kramer, Marten Bondestam,  Massimo Ippolito, Andrea Papini , _______?

                      http://energykitesystems.net/0/FFAWE/index.html

                      K1____________________K2

                      Control both K1 and K2.

                      JoeF


                    • Daniele Spagli
                      piccolo giochetto con un dirigibile-carousel. Da usare nella modalità di Andrea, ma con la portanza ottenuta con l elio (almeno siamo sicuri che non casca se
                      Message 10 of 30 , Feb 7, 2011
                        piccolo giochetto con un dirigibile-carousel. Da usare nella modalità di Andrea, ma con la portanza ottenuta con l'elio (almeno siamo sicuri che non casca se il vento è scarso). :-)

                        http://www.flickr.com/photos/27454268@N07/sets/72157625994927538/

                        Il giorno 06 febbraio 2011 17:05, Andrea Papini <andrea.papotto@...> ha scritto:
                         

                        Grazie Claudio!! E grazie Joe per avermi citato nel FF-AWE Team!

                        Daniele, concordo sul fatto che qualsiasi macchina volante ad oggi costruita, potrebbe integrare uno stem per trazione o per generazione di energia. Non escludo che la tua soluzione sia la più efficiente (e facile). La mia intenzione però era quella di proporre un "gioco teorico" per gettare le basi di qualcosa che ancora non esiste, qualcosa concettualmente nuovo. Questi giochi a volte lasciano il tempo che trovano, ma altre volte possono portare ad evoluzioni impreviste. Il disco volante non deve necessariamente ruotare, dipende da come viene riprogrammato il software di controllo centralizzato.

                        ...

                      • Massimo Ippolito
                        Se il vento fosse scarso, sarebbe comunque in grado di atterrare dolcemente e con precisione agendo sulla lunghezza funi. inoltre è capace di decolli e
                        Message 11 of 30 , Feb 7, 2011
                          Se il vento fosse scarso, sarebbe comunque in grado di atterrare dolcemente e con precisione agendo sulla lunghezza funi.
                          inoltre è capace di decolli e atterraggi verticali.
                          Il dirigibile non permette di volare in tutte le direzioni come può il fare l'aerokite.
                          M.


                          On 07/02/2011 9.19, Daniele Spagli wrote: piccolo giochetto con un dirigibile-carousel. Da usare nella modalità di Andrea, ma con la portanza ottenuta con l'elio (almeno siamo sicuri che non casca se il vento è scarso). :-)

                          http://www.flickr.com/photos/27454268@N07/sets/72157625994927538/

                          Il giorno 06 febbraio 2011 17:05, Andrea Papini <andrea.papotto@...> ha scritto:
                           

                          Grazie Claudio!! E grazie Joe per avermi citato nel FF-AWE Team!

                          Daniele, concordo sul fatto che qualsiasi macchina volante ad oggi costruita, potrebbe integrare uno stem per trazione o per generazione di energia. Non escludo che la tua soluzione sia la più efficiente (e facile). La mia intenzione però era quella di proporre un "gioco teorico" per gettare le basi di qualcosa che ancora non esiste, qualcosa concettualmente nuovo. Questi giochi a volte lasciano il tempo che trovano, ma altre volte possono portare ad evoluzioni impreviste. Il disco volante non deve necessariamente ruotare, dipende da come viene riprogrammato il software di controllo centralizzato.

                          ...

                        • Daniele Spagli
                          Magari certe chiacchiere possono disturbare in lista, ma la curiosità mi prende: come mai un dirigibile non può viaggiare in tutte le direzioni? Anche un
                          Message 12 of 30 , Feb 7, 2011
                            Magari certe chiacchiere possono disturbare in lista, ma la curiosità mi prende: come mai un dirigibile non può viaggiare in tutte le direzioni? Anche un dirigibile può atterrare e decollare in verticale, inoltre non sarebbe costretto ad atterraggi "d'emergenza". Mi sfugge qualcosa?

                            Il giorno 07 febbraio 2011 09:29, Massimo Ippolito <m.ippolito@...> ha scritto:
                             

                            Se il vento fosse scarso, sarebbe comunque in grado di atterrare dolcemente e con precisione agendo sulla lunghezza funi.
                            inoltre è capace di decolli e atterraggi verticali.
                            Il dirigibile non permette di volare in tutte le direzioni come può il fare l'aerokite.
                            M.


                            On 07/02/2011 9.19, Daniele Spagli wrote:
                            piccolo giochetto con un dirigibile-carousel. Da usare nella modalità di Andrea, ma con la portanza ottenuta con l'elio (almeno siamo sicuri che non casca se il vento è scarso). :-)

                            http://www.flickr.com/photos/27454268@N07/sets/72157625994927538/

                            Il giorno 06 febbraio 2011 17:05, Andrea Papini <andrea.papotto@...> ha scritto:
                             

                            Grazie Claudio!! E grazie Joe per avermi citato nel FF-AWE Team!

                            Daniele, concordo sul fatto che qualsiasi macchina volante ad oggi costruita, potrebbe integrare uno stem per trazione o per generazione di energia. Non escludo che la tua soluzione sia la più efficiente (e facile). La mia intenzione però era quella di proporre un "gioco teorico" per gettare le basi di qualcosa che ancora non esiste, qualcosa concettualmente nuovo. Questi giochi a volte lasciano il tempo che trovano, ma altre volte possono portare ad evoluzioni impreviste. Il disco volante non deve necessariamente ruotare, dipende da come viene riprogrammato il software di controllo centralizzato.

                            ...




                            --
                            Daniele Spagli Architetto
                            cell. 349 3606891
                            tel diretto 0571 1826061
                            fax diretto 0571 1979061
                            e-mail: d.spagli@...
                            web: http://www.archinauta.altervista.org/
                            blog: http://archinauti.blogspot.com/
                          • Andrea Papini
                            Il disegno di Daniele è abbastanza simile a quello che avevo in mente. Io non avrei inserito la cabina passeggeri sotto, ma l avrei integrata all interno del
                            Message 13 of 30 , Feb 7, 2011
                              Il disegno di Daniele è abbastanza simile a quello che avevo in mente. Io non avrei inserito la cabina passeggeri sotto, ma l'avrei integrata all'interno del disco. Anch'io non credo che usare l'elio sia così necessario. L'AeroKite può utilizzare 2 principi per assicurare un sicuro atterraggio:
                              • Gli N paracadute di cui è dotato possono fungere da parapendii durante la planata (quindi lunghezza funi costante). 
                              • Come giustamente Massimo ha fatto notare, si può "agire sulla lunghezza delle funi" durante la fase di atterraggio. 
                              Per spiegare il secondo punto facciamo un esempio: supponiamo che le funi siano lunghe 1.000 m quando l'AeroKite è a 100m da terra. A quel punto si aziona il riavvolgimento di tutte le funi (senza far sgonfiare i kite ovviamente). Mentre L'AeroKite scende di 100m, gli N kite scendono di 1100m. In pratica si crea un forte "vento apparente" sui kite che spira verso l'alto e sostiene l'AeroKite. 
                               
                              Massimo ha colto bene il concetto dell'AeroKite dicendo che il dirigibile non può "volare in tutte le direzioni". Infatti il dirigibile è come gli aerei: ha un "davanti" e un "dietro" e i suo moto è sempre "in avanti". Certo, può curvare, ma la direzione del moto è sempre "con la punta in avanti". In pratica un dirigibile che sta puntando verso nord, per cambiare rotta e andare verso sud deve girare su se stesso di 180° (quindi se è fermo ruota sul posto altrimenti fa una virata). 
                              L'AeroKite supera questo limite. E' un oggetto volante a simmetria centrale, non solo per la forma (un disco) ma anche per la disposizione dei "motori" che sono gli stem. La direzione del moto è quindi svincolata dalla forma come nella mongolfiera (che però è passiva). 

                              Andrea P



                              2011/2/7 Daniele Spagli <d.spagli@...>
                               

                              Magari certe chiacchiere possono disturbare in lista, ma la curiosità mi prende: come mai un dirigibile non può viaggiare in tutte le direzioni? Anche un dirigibile può atterrare e decollare in verticale, inoltre non sarebbe costretto ad atterraggi "d'emergenza". Mi sfugge qualcosa?

                              Il giorno 07 febbraio 2011 09:29, Massimo Ippolito <m.ippolito@...> ha scritto:

                               

                              Se il vento fosse scarso, sarebbe comunque in grado di atterrare dolcemente e con precisione agendo sulla lunghezza funi.
                              inoltre è capace di decolli e atterraggi verticali.
                              Il dirigibile non permette di volare in tutte le direzioni come può il fare l'aerokite.
                              M.


                              On 07/02/2011 9.19, Daniele Spagli wrote:
                              piccolo giochetto con un dirigibile-carousel. Da usare nella modalità di Andrea, ma con la portanza ottenuta con l'elio (almeno siamo sicuri che non casca se il vento è scarso). :-)

                              http://www.flickr.com/photos/27454268@N07/sets/72157625994927538/

                              Il giorno 06 febbraio 2011 17:05, Andrea Papini <andrea.papotto@...> ha scritto:
                               

                              Grazie Claudio!! E grazie Joe per avermi citato nel FF-AWE Team!

                              Daniele, concordo sul fatto che qualsiasi macchina volante ad oggi costruita, potrebbe integrare uno stem per trazione o per generazione di energia. Non escludo che la tua soluzione sia la più efficiente (e facile). La mia intenzione però era quella di proporre un "gioco teorico" per gettare le basi di qualcosa che ancora non esiste, qualcosa concettualmente nuovo. Questi giochi a volte lasciano il tempo che trovano, ma altre volte possono portare ad evoluzioni impreviste. Il disco volante non deve necessariamente ruotare, dipende da come viene riprogrammato il software di controllo centralizzato.

                              ...




                              --
                              Daniele Spagli Architetto
                              cell. 349 3606891
                              tel diretto 0571 1826061
                              fax diretto 0571 1979061
                              e-mail: d.spagli@...
                              web: http://www.archinauta.altervista.org/
                              blog: http://archinauti.blogspot.com/


                            • Daniele Spagli
                              Nella mia testa bacata la direzionalità (ammesso che sia un handicap) si può superare facendo un dirigibile senza direzionalità... insomma un dirigibile,
                              Message 14 of 30 , Feb 7, 2011
                                Nella mia testa bacata la direzionalità (ammesso che sia un handicap) si può superare facendo un dirigibile senza direzionalità... insomma un dirigibile, come dici tu, a simmetria centrale. Non dovrebbe essere diverso dal fare il disco volante.

                                Riguardo l'affidabilità della portanza nel tempo (al di la della possibilità di manovre "di emergenza"), rimango scettico a pelle ma mi posso sbagliare.

                                Capisco che avere la portanza su kites invece che su ali così come siamo abituati è la stessa cosa se non molto migliore, ma una cosa è affidarsi all'energia dei serbatoi, un'altra è affidarsi alla forza del vento, che immagino possa anche diminuire per periodi di tempo anche abbastanza lunghi. Se succede cosa faccio... un atterraggio soft, ma dove mi trovo?

                                Il giorno 07 febbraio 2011 11:40, Andrea Papini <andrea.papotto@...> ha scritto:
                                ...
                                Massimo ha colto bene il concetto dell'AeroKite dicendo che il dirigibile non può "volare in tutte le direzioni". Infatti il dirigibile è come gli aerei: ha un "davanti" e un "dietro" e i suo moto è sempre "in avanti". Certo, può curvare, ma la direzione del moto è sempre "con la punta in avanti". In pratica un dirigibile che sta puntando verso nord, per cambiare rotta e andare verso sud deve girare su se stesso di 180° (quindi se è fermo ruota sul posto altrimenti fa una virata). 
                                ...
                              • Massimo Ippolito
                                forse ho perso il disegno di Daniele? la differenza è che la direzionalità con l aerokite è ottenuta anche mediante l aerofreno che può fungere da deriva
                                Message 15 of 30 , Feb 7, 2011
                                  forse ho perso il disegno di Daniele?

                                  la differenza è che la direzionalità con l'aerokite è ottenuta anche mediante l'aerofreno che può fungere da deriva orientabile. è sufficiente che abbia un minimo di portanza che si possono esprimere andature analoghe alla barca a vela, quindi compresa la bolina più o meno stretta.
                                  Il drag del dirigibile è importante e può procedere controvento solo con apporto di energia.
                                  il dirigibile deve avere un peso neutrale per poter galleggiare stabilmente ad una quota data, l'eventuale forza di reazione di uno stem a bordo del dirigibile non troverebbe resistenza, o al limite solo il drag del dirigibile stesso. 
                                  M.


                                  On 07/02/2011 11.40, Andrea Papini wrote: Il disegno di Daniele è abbastanza simile a quello che avevo in mente. Io non avrei inserito la cabina passeggeri sotto, ma l'avrei integrata all'interno del disco. Anch'io non credo che usare l'elio sia così necessario. L'AeroKite può utilizzare 2 principi per assicurare un sicuro atterraggio:
                                  • Gli N paracadute di cui è dotato possono fungere da parapendii durante la planata (quindi lunghezza funi costante). 
                                  • Come giustamente Massimo ha fatto notare, si può "agire sulla lunghezza delle funi" durante la fase di atterraggio. 
                                  Per spiegare il secondo punto facciamo un esempio: supponiamo che le funi siano lunghe 1.000 m quando l'AeroKite è a 100m da terra. A quel punto si aziona il riavvolgimento di tutte le funi (senza far sgonfiare i kite ovviamente). Mentre L'AeroKite scende di 100m, gli N kite scendono di 1100m. In pratica si crea un forte "vento apparente" sui kite che spira verso l'alto e sostiene l'AeroKite. 
                                   
                                  Massimo ha colto bene il concetto dell'AeroKite dicendo che il dirigibile non può "volare in tutte le direzioni". Infatti il dirigibile è come gli aerei: ha un "davanti" e un "dietro" e i suo moto è sempre "in avanti". Certo, può curvare, ma la direzione del moto è sempre "con la punta in avanti". In pratica un dirigibile che sta puntando verso nord, per cambiare rotta e andare verso sud deve girare su se stesso di 180° (quindi se è fermo ruota sul posto altrimenti fa una virata). 
                                  L'AeroKite supera questo limite. E' un oggetto volante a simmetria centrale, non solo per la forma (un disco) ma anche per la disposizione dei "motori" che sono gli stem. La direzione del moto è quindi svincolata dalla forma come nella mongolfiera (che però è passiva). 

                                  Andrea P



                                  2011/2/7 Daniele Spagli <d.spagli@...>
                                   

                                  Magari certe chiacchiere possono disturbare in lista, ma la curiosità mi prende: come mai un dirigibile non può viaggiare in tutte le direzioni? Anche un dirigibile può atterrare e decollare in verticale, inoltre non sarebbe costretto ad atterraggi "d'emergenza". Mi sfugge qualcosa?

                                  Il giorno 07 febbraio 2011 09:29, Massimo Ippolito <m.ippolito@...> ha scritto:

                                   

                                  Se il vento fosse scarso, sarebbe comunque in grado di atterrare dolcemente e con precisione agendo sulla lunghezza funi.
                                  inoltre è capace di decolli e atterraggi verticali.
                                  Il dirigibile non permette di volare in tutte le direzioni come può il fare l'aerokite.
                                  M.


                                  On 07/02/2011 9.19, Daniele Spagli wrote:
                                  piccolo giochetto con un dirigibile-carousel. Da usare nella modalità di Andrea, ma con la portanza ottenuta con l'elio (almeno siamo sicuri che non casca se il vento è scarso). :-)

                                  http://www.flickr.com/photos/27454268@N07/sets/72157625994927538/

                                  Il giorno 06 febbraio 2011 17:05, Andrea Papini <andrea.papotto@...> ha scritto:
                                   

                                  Grazie Claudio!! E grazie Joe per avermi citato nel FF-AWE Team!

                                  Daniele, concordo sul fatto che qualsiasi macchina volante ad oggi costruita, potrebbe integrare uno stem per trazione o per generazione di energia. Non escludo che la tua soluzione sia la più efficiente (e facile). La mia intenzione però era quella di proporre un "gioco teorico" per gettare le basi di qualcosa che ancora non esiste, qualcosa concettualmente nuovo. Questi giochi a volte lasciano il tempo che trovano, ma altre volte possono portare ad evoluzioni impreviste. Il disco volante non deve necessariamente ruotare, dipende da come viene riprogrammato il software di controllo centralizzato.

                                  ...




                                  --
                                  Daniele Spagli Architetto
                                  cell. 349 3606891
                                  tel diretto 0571 1826061
                                  fax diretto 0571 1979061
                                  e-mail: d.spagli@...
                                  web: http://www.archinauta.altervista.org/
                                  blog: http://archinauti.blogspot.com/

                                • Joe Faust
                                  Collect some energy in K1___K2 in ultracapacitors. During landing operations, use pulse to drive motors. Raccogliere qualche energia in K1___K2 in
                                  Message 16 of 30 , Feb 7, 2011
                                    Collect some energy in K1___K2 in ultracapacitors. During landing
                                    operations, use pulse to drive motors. Raccogliere qualche energia in
                                    K1___K2 in ultracondensatori. Durante le operazioni di sbarco, l'uso di
                                    impulsi per guidare i motori. JoeF
                                  • Joe Faust
                                    Some product confusion: * AeroKite™ Aero Kite Aerokite One instance is a Savonius winged airplane-mimic kite; the kite converts some of the
                                    Message 17 of 30 , Feb 7, 2011

                                      Some product confusion:

                                      AeroKite™         Aero Kite   Aerokite     One instance is a Savonius winged airplane-mimic kite; the kite converts some of the wind's energy to sound, lift, and drag. The sound in a toy version enhances the mimic of powered-aircraft sounds. http://www.aerokite.ca/   Aerokite™ Toy Company   Perhaps micro generator charging tiny ultracap that releases occasional pulse to light a LED for sparky evening flight? AeroKite is a term being used in a forum KiteGen in a thread of messages that wrestles with the two-kite free-flight new aviation systems where no tether reaches the ground. Some concepts mine energy during the dynamic soaring. See FFAWE.

                                      From AWE Glossary.

                                    • Massimo Ippolito
                                      dear Joe, exactly, the Free-flight AWE (ex. aerokite) could be able to produce and store some energy during the operations, this energy could drive the
                                      Message 18 of 30 , Feb 7, 2011
                                        dear Joe,
                                        exactly, the Free-flight AWE (ex. aerokite) could be able to produce and store some energy during the operations, this energy could drive the alterno-motors in order to assist both take-off and landing.

                                        I saw the "satellite" kite picture in AWE site and it is matching the base concept, now is interesting for the time line understand when Marten Bondestam (the Finnish architect) focused it. Certainly before 2006.

                                        Massimo
                                         


                                        Marten photo

                                        On 07/02/2011 17.01, Joe Faust wrote:
                                        Collect some energy in K1___K2 in ultracapacitors. During landing
                                        operations, use pulse to drive motors.   Raccogliere qualche energia in
                                        K1___K2 in ultracondensatori.  Durante le operazioni di sbarco, l'uso di
                                        impulsi per guidare i motori.  JoeF
                                        
                                        
                                        
                                        ------------------------------------
                                        
                                        Yahoo! Groups Links
                                        
                                        <*> To visit your group on the web, go to:
                                            http://groups.yahoo.com/group/kitegen/
                                        
                                        <*> Your email settings:
                                            Individual Email | Traditional
                                        
                                        <*> To change settings online go to:
                                            http://groups.yahoo.com/group/kitegen/join
                                            (Yahoo! ID required)
                                        
                                        <*> To change settings via email:
                                            kitegen-digest@yahoogroups.com 
                                            kitegen-fullfeatured@yahoogroups.com
                                        
                                        <*> To unsubscribe from this group, send an email to:
                                            kitegen-unsubscribe@yahoogroups.com
                                        
                                        <*> Your use of Yahoo! Groups is subject to:
                                            http://docs.yahoo.com/info/terms/
                                        
                                        
                                          
                                      • Andrea Papini
                                        Che personaggio che deve essere Marten!! :-) I attach a simple image of my original idea of AeroKite. The Useful volume may be used as cargo volume or may be
                                        Message 19 of 30 , Feb 7, 2011
                                          Che personaggio che deve essere Marten!! :-)
                                           
                                          I attach a simple image of my original idea of AeroKite. The "Useful volume" may be used as cargo volume or may be filled by helium in order to reduce total weight.
                                          ...it's a wind powered UFO disc! 

                                          Regards,
                                          Andrea P

                                          On Mon, Feb 7, 2011 at 5:38 PM, Massimo Ippolito <m.ippolito@...> wrote:
                                          dear Joe,
                                          exactly, the Free-flight AWE (ex. aerokite) could be able to produce and store some energy during the operations, this energy could drive the alterno-motors in order to assist both take-off and landing.

                                          I saw the "satellite" kite picture in AWE site and it is matching the base concept, now is interesting for the time line understand when Marten Bondestam (the Finnish architect) focused it. Certainly before 2006.

                                          Massimo
                                           


                                          Marten photo


                                          On 07/02/2011 17.01, Joe Faust wrote:
                                          Collect some energy in K1___K2 in ultracapacitors. During landing
                                          operations, use pulse to drive motors.   Raccogliere qualche energia in
                                          K1___K2 in ultracondensatori.  Durante le operazioni di sbarco, l'uso di
                                          impulsi per guidare i motori.  JoeF
                                          
                                          
                                          
                                          ------------------------------------
                                          
                                          Yahoo! Groups Links
                                          
                                          <*> To visit your group on the web, go to:
                                              http://groups.yahoo.com/group/kitegen/
                                          
                                          <*> Your email settings:
                                              Individual Email | Traditional
                                          
                                          <*> To change settings online go to:
                                              http://groups.yahoo.com/group/kitegen/join
                                              (Yahoo! ID required)
                                          
                                          <*> To change settings via email:
                                              kitegen-digest@yahoogroups.com 
                                              kitegen-fullfeatured@yahoogroups.com
                                          
                                          <*> To unsubscribe from this group, send an email to:
                                              kitegen-unsubscribe@yahoogroups.com
                                          
                                          <*> Your use of Yahoo! Groups is subject to:
                                              http://docs.yahoo.com/info/terms/
                                          
                                          
                                            

                                        • Daniele Spagli
                                          questo era il disegnino . http://www.flickr.com/photos/27454268@N07/sets/72157625994927538/
                                          Message 20 of 30 , Feb 8, 2011
                                            questo era il "disegnino". http://www.flickr.com/photos/27454268@N07/sets/72157625994927538/

                                            Comunque adesso è più chiaro, grazie

                                            Il giorno 07 febbraio 2011 17:00, Massimo Ippolito <m.ippolito@...> ha scritto:
                                             

                                            forse ho perso il disegno di Daniele?

                                            la differenza è che la direzionalità con l'aerokite è ottenuta anche mediante l'aerofreno che può fungere da deriva orientabile. è sufficiente che abbia un minimo di portanza che si possono esprimere andature analoghe alla barca a vela, quindi compresa la bolina più o meno stretta.
                                            Il drag del dirigibile è importante e può procedere controvento solo con apporto di energia.
                                            il dirigibile deve avere un peso neutrale per poter galleggiare stabilmente ad una quota data, l'eventuale forza di reazione di uno stem a bordo del dirigibile non troverebbe resistenza, o al limite solo il drag del dirigibile stesso.  ...

                                          • Andrea Papini
                                            Ho il dubbio che il file immagine sulla mia visione dell AeroKite non vi sia arrivato. Per questo ho appena fatto l upload nei file del gruppo yahoo kitegen.
                                            Message 21 of 30 , Feb 8, 2011
                                              Ho il dubbio che il file immagine sulla mia visione dell'AeroKite non vi sia arrivato. Per questo ho appena fatto l'upload nei file del gruppo yahoo kitegen.

                                              Ciao
                                              Andrea


                                              2011/2/8 Daniele Spagli <d.spagli@...>
                                               

                                              questo era il "disegnino". http://www.flickr.com/photos/27454268@N07/sets/72157625994927538/


                                              Comunque adesso è più chiaro, grazie

                                              Il giorno 07 febbraio 2011 17:00, Massimo Ippolito <m.ippolito@...> ha scritto:
                                               

                                              forse ho perso il disegno di Daniele?

                                              la differenza è che la direzionalità con l'aerokite è ottenuta anche mediante l'aerofreno che può fungere da deriva orientabile. è sufficiente che abbia un minimo di portanza che si possono esprimere andature analoghe alla barca a vela, quindi compresa la bolina più o meno stretta.
                                              Il drag del dirigibile è importante e può procedere controvento solo con apporto di energia.
                                              il dirigibile deve avere un peso neutrale per poter galleggiare stabilmente ad una quota data, l'eventuale forza di reazione di uno stem a bordo del dirigibile non troverebbe resistenza, o al limite solo il drag del dirigibile stesso.  ...


                                            • Daniele Spagli
                                              C è una cosa che mi frulla nella mente: sarebbe possibile far volare i kites a coppia ma contrapposti? insomma, per generare energia elettrica come con lo
                                              Message 22 of 30 , Feb 9, 2011
                                                C'è una cosa che mi frulla nella mente: sarebbe possibile far volare i
                                                kites "a coppia" ma contrapposti? insomma, per generare energia
                                                elettrica come con lo stem (quando la direzione del vento non coincide
                                                con la direzione di marcia) si potrebbe far volare i kites
                                                perpendicolari o quasi la direzione del vento, uno in una direzione (a
                                                sinistra), uno nella direzione opposta (a destra), in modo da ridurre
                                                la componente "drag" in direzione diversa dal senso di marcia e
                                                generare la resistenza necessaria per generare energia elettrica
                                                tramite le componenti contrapposte tra i due cavi. Non so se mi sono
                                                spiegato. il dubbio è... riesco a far generare abbastanza energia
                                                andando di traverso? imagino che se pensiamo da un simil dirigibile
                                                si, dopotutto non è tanta l'energia necessaria a muoverlo.

                                                Ho fatto 2 schizzetti di come lo vedo... appena ho due minuti li
                                                scansiono e li posto.

                                                Il 08 febbraio 2011 10:41, Daniele Spagli <d.spagli@...> ha scritto:
                                                > questo era il
                                                > "disegnino". http://www.flickr.com/photos/27454268@N07/sets/72157625994927538/
                                                > Comunque adesso è più chiaro, grazie
                                                >
                                                > Il giorno 07 febbraio 2011 17:00, Massimo Ippolito
                                                > <m.ippolito@...> ha scritto:
                                                ...
                                                >> il dirigibile deve avere un peso neutrale per poter galleggiare
                                                >> stabilmente ad una quota data, l'eventuale forza di reazione di uno stem a
                                                >> bordo del dirigibile non troverebbe resistenza, o al limite solo il drag del
                                                >> dirigibile stesso.  ...
                                                ...
                                              • Daniele Spagli
                                                schizzi: http://www.flickr.com/photos/27454268@N07/sets/72157625994927538/ A me piace e secondo me funziona. Avessi un po di tempo potrei pure provare a fare
                                                Message 23 of 30 , Feb 9, 2011
                                                  schizzi:
                                                  http://www.flickr.com/photos/27454268@N07/sets/72157625994927538/

                                                  A me piace e secondo me funziona. Avessi un po di tempo potrei pure
                                                  provare a fare un rendering semplice semplice.

                                                  Il 09 febbraio 2011 11:58, Daniele Spagli <d.spagli@...> ha scritto:
                                                  ...
                                                  > Ho fatto 2 schizzetti di come lo vedo... appena ho due minuti li
                                                  > scansiono e li posto.
                                                • Massimo Ippolito
                                                  ho visto, ad occhio è un velivolo da 3000 tonnellate, c è lo spazio per circa 3 milioni di metri cubi di elio per farlo galleggiare? Massimo ... ho visto, ad
                                                  Message 24 of 30 , Feb 9, 2011
                                                    ho visto,
                                                    ad occhio è un velivolo da 3000 tonnellate, c'è lo spazio per circa 3 milioni di metri cubi di elio per farlo galleggiare?
                                                    Massimo

                                                    On 09/02/2011 13.30, Daniele Spagli wrote:
                                                    schizzi:
                                                    http://www.flickr.com/photos/27454268@N07/sets/72157625994927538/
                                                    
                                                    A me piace e secondo me funziona. Avessi un po di tempo potrei pure
                                                    provare a fare un rendering semplice semplice.
                                                    
                                                    Il 09 febbraio 2011 11:58, Daniele Spagli <d.spagli@...> ha scritto:
                                                    ...
                                                      
                                                    Ho fatto 2 schizzetti di come lo vedo... appena ho due minuti li
                                                    scansiono e li posto.
                                                        
                                                    
                                                    ------------------------------------
                                                    
                                                    Yahoo! Groups Links
                                                    
                                                    <*> To visit your group on the web, go to:
                                                        http://groups.yahoo.com/group/kitegen/
                                                    
                                                    <*> Your email settings:
                                                        Individual Email | Traditional
                                                    
                                                    <*> To change settings online go to:
                                                        http://groups.yahoo.com/group/kitegen/join
                                                        (Yahoo! ID required)
                                                    
                                                    <*> To change settings via email:
                                                        kitegen-digest@yahoogroups.com 
                                                        kitegen-fullfeatured@yahoogroups.com
                                                    
                                                    <*> To unsubscribe from this group, send an email to:
                                                        kitegen-unsubscribe@yahoogroups.com
                                                    
                                                    <*> Your use of Yahoo! Groups is subject to:
                                                        http://docs.yahoo.com/info/terms/
                                                    
                                                    
                                                      
                                                  • Daniele Spagli
                                                    Direi di no... immagino bisognerà farlo più leggero, più piccolo e con minore capacità di carico. Molte parti della carrozzeria potrebbero essere fatte in
                                                    Message 25 of 30 , Feb 9, 2011
                                                      Direi di no... immagino bisognerà farlo più leggero, più piccolo e con minore capacità di carico. Molte parti della carrozzeria potrebbero essere fatte in tela. La gobba poi potrebbe essere completamente tesa, quindi cavi intrecciati e tela. Ad occhio (per le dimensioni che immaginavo) ci potrà essere posto per 1 milione di metri cubi, al più si potrebbe gonfiare la gobba, tanto se i kites volano come pensavo i cavi non devono passare sopra il velivolo.

                                                      A quali dimensioni pensavi?

                                                      saluti
                                                      Daniele

                                                      Il giorno 09 febbraio 2011 18:02, Massimo Ippolito <m.ippolito@...> ha scritto:
                                                       

                                                      ho visto,
                                                      ad occhio è un velivolo da 3000 tonnellate, c'è lo spazio per circa 3 milioni di metri cubi di elio per farlo galleggiare?
                                                      Massimo


                                                    • Daniele Spagli
                                                      Se non dovesse bastare, si potrebbe anche sfruttare la portanza della forma (le eliche pompavano aria sotto la pancia del velivolo, e la conformazione laterale
                                                      Message 26 of 30 , Feb 9, 2011
                                                        Se non dovesse bastare, si potrebbe anche sfruttare la portanza della
                                                        forma (le eliche pompavano aria sotto la pancia del velivolo, e la
                                                        conformazione laterale era simile a due ali). Si potrebbe anche
                                                        scegliere di raddoppiare gli stem, e far volare degli aquiloni quasi
                                                        in verticale, in modo da offrirgli ulteriore portanza, come forma di
                                                        aiuto (anche se avrei una paura fottuta ad affidarmi alle bizze del
                                                        vento per stare in aria).

                                                        Il 09 febbraio 2011 18:23, Daniele Spagli <d.spagli@...> ha scritto:
                                                        > Direi di no... immagino bisognerà farlo più leggero, più piccolo e con
                                                        ...
                                                        >> ad occhio è un velivolo da 3000 tonnellate, c'è lo spazio per circa 3
                                                        >> milioni di metri cubi di elio per farlo galleggiare?
                                                        ...
                                                      Your message has been successfully submitted and would be delivered to recipients shortly.