Loading ...
Sorry, an error occurred while loading the content.

R: [evforum] The Pope and Islam -- Good News

Expand Messages
  • Roberto Buffagni
    Good news for Ms Fallaci, if she will listen to the Pope. Very VERY bad news for Christianity if it happens the other way round, and Benedict XVI listens to
    Message 1 of 4 , Sep 1, 2005
    • 0 Attachment
      Good news for Ms Fallaci, if she will listen to the Pope. Very VERY bad news
      for Christianity if it happens the other way round, and Benedict XVI listens
      to Ms. Fallaci's bogus theories.
      For the Italian reading list members, here is a review of Ms Fallaci's book
      "La rabbia e l'orgoglio" by Professor Franco Cardini. Cardini is an
      outstanding historian. He teaches at the University of Florence and is
      visiting professor in some American Universities. His main fields are Middle
      Age Christianity and Islam. He is a Catholic and a conservative. This review
      was published on "L'Avvenire", a newpaper owned by Conferenza Episcopale
      Italiana (i.e, the Italian Catholic bishops).
      With all my best. Cordialmente, Roberto Buffagni

      Franco Cardini risponde a Oriana Fallaci
      La Fallaci Bis è già un classico
      (a modo suo)

      Di Franco Cardini, dall'Avvenire, 3/4/04.



      Questo libro non va letto come un lavoro di documentazione sui
      rapporti
      fra Europa e islam, ma all'interno di una sorta di genere letterario:
      è
      una perorazione crociata, è un frutto quasi fuori del tempo di un odio
      e
      di una passione invincibili. In questo senso, considerando il valore e
      il
      successo dell'autrice, la sua straordinaria personalità e il suo
      trascinante fascino, Oriana Fallaci è capace di scrivere soltanto dei
      classici.
      Senza dubbio affascinante, questo nuovo libro di Oriana Fallaci del
      quale
      tanto sì sta parlando e che sarà un secondo best-selIer, dopo "La
      rabbia e
      l'orgoglio". Che cosa vuol dire Eurabia? É un neologismo geografico
      che la
      gìomalista ha concepito per qualificare qualcosa che le sembra
      assolutamente orrìbile e mostruoso. L'Europa sta cadendo in mano
      all'islam. Questo il concetto già ampiamente illustrato e ripetuto nel
      primo libro che la Fallaci dedicava all'argomento, e ripreso adesso
      nel
      nuovo "La forza della ragione".
      Oriana Fallaci ha una sua forte lucidità, che qualche volta sconfina,
      bisogna dirlo, nella perentorietà del semplicismo. Niente
      articolazioni,
      niente dialogo, niente compenetrazione reciproca. La storia dei
      rapporti
      fra Occidente e islam? Una guerra assoluta e contìnua, da sempre. La
      storia delle integrazioni reciproche? Inesistente. Stessa mancanza di
      sfumature e di riconoscimento di diversità quando si parla dell'islam:
      via
      le diversità, via i diaframmi. Il mondo islamico, appare come una
      forza
      bruta e cieca, guidata solo dalla sua sconfinata volontà di
      sopraffazione
      e della sua belluina capacità di espansione demografica. Al di sotto
      di
      questo allargamento a macchia d'olio del mondo musulmano sul nostro
      Occidente, vi sarebbe il grande complotto dei manipolatori del
      <jihad".
      Certo, all'interno, dell'Occidente vì sono forti differenze. Da un
      lato la
      libera e forte America, che accetta di misurarsi anche con le armi.
      Dall'altro la debole e imbelle Europa che riesce a concepire soltanto
      il
      patteggiamento.
      Secondo la Fallaci, un musulmano che vive e lavora in Europa è
      comunque
      refrattario all'integrazione, anzi è incapace di una qualunque leale
      collaborazione. Soprattutto, la laicissima Fallaci se la prende con la
      Chiesa cattolica, che ha abdicato nel nome di una vuota e vile
      tolleranza
      a quei forti valori identitari che Oriana non ha mai riconosciuto come
      propri, ma che pure rimpiange, e che rimprovera ai preti e ai
      cattolici di
      non aver più il coraggio di difendere. Davanti a un libro così, le
      possibilità di un dibattito sereno non sono evidentemente praticabili.
      Se
      la Fallaci non fosse quella che è, un'autrice che, quando scrive un
      libro,
      segna immancabilmente un oceanico successo, la si potrebbe e la si
      dovrebbe ignorare. Diciamo la verità: scrive spesso inesattezze. Ma le
      scrive col cuore, le scrive con una straordinaria forza, le scrive
      anche
      (sia pur con qualche caduta) mettendo in campo una straordinaria
      efficacia
      stilística. Oriana non è grande per quello che dice, perché, glielo
      dico
      affettuosamente, davvero non ne imbrocca una. Oriana è grande per come
      sa
      dire queste cose, per a forza che ci mette dentro, per l'orgoglio e
      l'affascinante violenza che è capace di esprimere.
      Questo libro non va letto come un lavoro di documentazione sui
      rapporti
      fra Europa e islam, ma all'interno di una sorta di genere letterario:
      è
      una perorazione crociata, è un frutto quasi fuori del tempo di un odio
      e
      di una passione invincibili. In questo senso, considerando il valore e
      il
      successo dell'autrice, la sua straordinaria personalità e il suo
      trascinante fascino, Oriana Fallaci è capace di scrivere soltanto dei
      classici.



      Gli articoli apparsi originariamente su questo sito possono
      essere
      riprodotti liberamente,
      sia in formato elettronico che su carta, a condizione che
      non si cambi nulla, che si specifichi la fonte - il sito web
      Kelebek
      http://www.kelebekler.com -
      e che si pubblichi anche questa precisazione
      Per gli articoli ripresi da altre fonti, si consultino i
      rispettivi
      siti o autori







      e-mail



      Home | Il curatore del sito | Oriente, occidente, scontro di civiltà |
      Le
      "sette" e i think tank della destra in Italia | La cacciata dei Rom o
      "zingari" dal Kosovo | Il Prodotto Oriana Fallaci | Antologia sui
      neoconservatori | Testi di Costanzo Preve | Motore di ricerca |
      Kelebek il
      blog








      -----Messaggio originale-----
      Da: evforum@yahoogroups.com [mailto:evforum@yahoogroups.com]Per conto di
      stromthy4
      Inviato: giovedì 1 settembre 2005 7.33
      A: evforum@yahoogroups.com
      Oggetto: [evforum] The Pope and Islam -- Good News

      VATICAN CITY [from Agence France-Presse] - Pope Benedict XVI held a
      meeting at his summer residence in Castel Gandolfo with Italian
      journalist Oriana Fallaci, a strident critic of Islam, Vatican sources
      confirmed.

      The 76-year-old writer, who describes herself as an atheist Christian
      and was sued in Italy for insulting the Muslim faith in one of her
      books, asked to meet the pope, a source said.

      The meeting on Saturday between Benedict XVI and the former war
      correspondent became public only after Fallaci's associates let slip
      that the meeting took place.

      Based in the United States where she is being treated for cancer,
      Fallaci once said in a newspaper interview that she was comforted by
      the writings of German Cardinal Joseph Ratzinger before he became pope
      after the death of John Paul II.

      "Europe is no longer Europe, it is 'Eurabia,' a colony of Islam, where
      the Islamic invasion does not proceed only in a physical sense, but
      also in a mental and cultural sense," Fallaci told The Wall Street
      Journal on June 23.

      "Servility to the invaders has poisoned democracy, with obvious
      consequences for the freedom of thought, and for the concept itself of
      liberty," she said.

      "I feel less alone when I read Ratzinger's books," the journalist
      added...






      In consideratione creaturarum non est vana
      et peritura curiositas exercenda; sed gradus
      ad immortalia et semper manentia faciendus.
      -St Augustine De vera religione
      Yahoo! Groups Links
    • Caio Rossi
      Isn t it too easy to conquer Europe when all the continent has to protect it is a Pope with a heretical theology running an institution packed up with
      Message 2 of 4 , Sep 1, 2005
      • 0 Attachment
        Isn't it too easy to conquer Europe when all the continent has to
        "protect" it is a Pope with a heretical theology running an
        institution packed up with free-masons and pedophiles, and who thinks
        it is worth taking the time and trouble to exchange ideas with an
        "atheist" Christian (??!!) whose main concern is not to defend the
        religious basis of the Western civilization, but democracy (atheist
        Christians don't read Aristotle?)?

        Best wishes,

        Caio Rossi

        On 9/1/05, stromthy4 <stromthy4@...> wrote:
        > VATICAN CITY [from Agence France-Presse] - Pope Benedict XVI held a
        > meeting at his summer residence in Castel Gandolfo with Italian
        > journalist Oriana Fallaci, a strident critic of Islam, Vatican sources
        > confirmed.
        >
        > The 76-year-old writer, who describes herself as an atheist Christian
        > and was sued in Italy for insulting the Muslim faith in one of her
        > books, asked to meet the pope, a source said.
        >
        > The meeting on Saturday between Benedict XVI and the former war
        > correspondent became public only after Fallaci's associates let slip
        > that the meeting took place.
        >
        > Based in the United States where she is being treated for cancer,
        > Fallaci once said in a newspaper interview that she was comforted by
        > the writings of German Cardinal Joseph Ratzinger before he became pope
        > after the death of John Paul II.
        >
        > "Europe is no longer Europe, it is 'Eurabia,' a colony of Islam, where
        > the Islamic invasion does not proceed only in a physical sense, but
        > also in a mental and cultural sense," Fallaci told The Wall Street
        > Journal on June 23.
        >
        > "Servility to the invaders has poisoned democracy, with obvious
        > consequences for the freedom of thought, and for the concept itself of
        > liberty," she said.
        >
        > "I feel less alone when I read Ratzinger's books," the journalist
        > added...
        >
        >
        >
        >
        >
        >
        > In consideratione creaturarum non est vana
        > et peritura curiositas exercenda; sed gradus
        > ad immortalia et semper manentia faciendus.
        > —St Augustine De vera religione
        > Yahoo! Groups Links
        >
        >
        >
        >
        >
        >
        >


        --
        http://evanessencias.blogspot.com
      • fjjwagner
        Mr. Rossi has, I think for the final time, exceeded the boundaries of courtesy and mutual respect. Fritz Wagner
        Message 3 of 4 , Sep 1, 2005
        • 0 Attachment
          Mr. Rossi has, I think for the final time, exceeded the
          boundaries of courtesy and mutual respect.

          Fritz Wagner


          On Thu, 1 Sep 2005 06:53:19 -0300, Caio Rossi wrote:
          > Isn't it too easy to conquer Europe when all the
          > continent has to "protect" it is a Pope with a heretical
          > theology
        Your message has been successfully submitted and would be delivered to recipients shortly.