Loading ...
Sorry, an error occurred while loading the content.

Sant'Agostino Sulla Morte

Expand Messages
  • Tracy
    Se Mi Ami Non Piangere (Sant Agostino) La morte non è niente. Sono solamente passato dall altra parte: è come fossi nascosto nella stanza accanto. Io sono
    Message 1 of 1 , Feb 1, 2009
    • 0 Attachment

      Se Mi Ami Non Piangere
      (Sant'Agostino)

      La morte non è niente.
      Sono solamente passato dall’altra parte: è come fossi nascosto nella stanza accanto. Io sono sempre io e tu sei sempre tu. Quello che eravamo prima l’uno per l’altro lo siamo ancora. Chiamami con il nome che mi hai sempre dato, che ti è familiare; parlami nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato. Non cambiare tono di voce, non assumere un’aria solenne o triste. Continua a ridere di quello che ci faceva ridere, di quelle piccole cose che tanto ci piacevano quando eravamo insieme. Prega, sorridi, pensami! Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima: pronuncialo senza la minima traccia d’ombra o di tristezza. La nostra vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto: è la stessa di prima, c’è una continuità che non si spezza. Perché dovrei essere fuori dai tuoi pensieri e dalla tua mente, solo perché sono fuori dalla tua vista? Non sono lontano, sono dall’altra parte, proprio dietro l’angolo. Rassicurati, va tutto bene. Ritroverai il mio cuore, ne ritroverai la tenerezza purificata. Asciuga le tue lacrime e non piangere, se mi ami: il tuo sorriso è la mia pace.
       
      Sant’Agostino

      Se conoscessi il mistero immenso
      del Cielo dove ora vivo,
      questi orizzonti senza fine,
      questa luce che tutto investe e penetra,
      non piangeresti se mi ami!
      Sono ormai assorbito nell'incanto di Dio
      nella sua sconfinata bellezza.
      Le cose di un tempo sono così piccole al confronto!
      Mi è rimasto l'amore di te,
      una tenerezza dilatata
      che tu neppure immagini.
      Vivo in una gioia purissima.
      Nelle angustie del tempo
      pensa a questa casa ove un giorno
      saremo riuniti oltre la morte,
      dissetati alla fonte inestinguibile
      della gioia e dell'amore infinito.
      Non piangere se veramente mi ami!

      A coloro che ho amato
      e a coloro che mi hanno amato

      Da quando sono partito ho tante cose da fare e da vedere.
      Non piangete pensando a me,
      siate contenti per gli anni belli che abbiamo passato insieme,
      io vi ho donato il mio amore e la mia amicizia,
      e voi non potete immaginare la felicità che mi avete dato.
      Io vi ringrazio dell'amore che ognuno mi ha dimostrato.
      Adesso è arrivato il tempo di viaggiare da solo.
      Siate tristi, ma solo per un momento.
      La fede vi porterà conforto e consolazione.
      Noi saremo separati per poco.
      Lasciate che i ricordi calmino il vostro dolore,
      io non sono lontano, e la vita continua.....
      Se avete bisogno, chiamatemi, e io verrò.
      Anche se voi non potete vedermi o toccarmi, io sarò là,
      e se voi ascolterete il vostro cuore
      sentirete chiaramente la dolcezza dell'amore che io vi porto.
      E' quando sarà l'ora di partire anche per voi
      io sarò là per accogliervi.
      Assente dal mio corpo ma presente con Dio.
      Non andate sulla mia tomba per piangere,
      io non sarò là, io non dormo, ma vivo in Dio.
      Io sono nel vento che soffia,
      io sono nelle scintille dei cristalli di neve,
      io sono nella luce che attraversa i campi di grano,
      io sono nella dolce pioggia d'autunno,
      io sono nel canto degli uccelli nella calma del mattino,
      io sono nella stella che brilla nella notte.
      Non andate sulla mia tomba per piangere.
      Io non sono là.
      (Autore sconosciuto)

      ...e se dopo che abbiamo pregato,
      supplicato,
      ci sembra di non aver ricevuto nessuna risposta...
      dobbiamo ricordare che i tempi di Dio,
      non sono i nostri tempi...
      e allora impariamo e cerchiamo di mettere in pratica queste parole:
      " Se non vi è nulla da fare,
      perchè le cose sono per se stesse insolubili,
      o le situazioni non dipendono da noi,
      è arrivata l'ora di fa tacere la mente,
      chinare il capo, affidare le cose impossibili
      nelle mani di DIO PADRE,
      e abbandonarsi,
      come fanno i bambini..."
      Ignazio Larragnaga
    Your message has been successfully submitted and would be delivered to recipients shortly.